Brindisi e provincia

Seguimi su:

  • Instagram Icona sociale
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Social Icon
Dott.ssa Nicoletta Bocchino
      Biologo Nutrizionista
      ONB Sez. A_043603

© 2023 by The Plan. Proudly created with Wix.com

DIETE DETOX: chi non muore si rivede.

In studio, molto spesso, mi mettete a conoscenza del fatto che alcuni valori dei vostri esami del sangue sono lievemente alti o borderline cioè alti , ma ancora nella norma secondo il range di laboratorio.

 

Questi valori riguardano di solito l'assetto lipidico ossia i valori di colesterolo totale e LDL, trigliceridi e glicemia. Il vostro Medico vi dice di dimagrire, di mettervi a dieta, anche se tutto sembra essere nella norma o poco sopra e secondo il sapere comune, basterebbe limitare il consumo dei latticini per contrastare la colesterolemia e la trigliceridemia. In realtà questi valori borderline sono lo specchio di una condizione infiammatoria, che quasi sempre ha il suo fulcro nelle fluttuazioni della glicemia. Quando vi dico che per sistemare l'assetto lipidico dovete limitare gli zuccheri della dieta, mi guardate perplesssi, ma curiosi.

 

La spiegazione è semplice:

 

-gli zuccheri che introduciamo e che tengono elevata la nosttra glicemia, sono i responsabili della produzione degli AGEs, prodotti della glicazione, altamente ossidanti con effetti dannosi su tutte le cellule. Più zuccheri introduciamo, più AGEs si formano.

 

-gli zuccheri in eccesso(sono calorie in eccesso oltretutto), ci fanno ingrassare, soprattutto nella fascia addominale e ciò ha come conseguenza l'insulino-resistenza, cioè l'incapacità progressiva da parte dei recettori per l'insulina dei nostri tessuti periferici(t.adiposo. fegato, muscoli...) di riconoscere e legare questo ormone con conseguente richiesta di altra produzione da parte del pancreas.

 

In questo contesto, che spesso presenta come effetti collaterali, la pancia e il fantomatico "gonfiore"si inserisce, come il cavolo a merenda, la dieta DETOX fatta di succhi di frutta e beveroni che hanno quantità di zuccheri semplici elevate, volta alla perdita del peso e dei liquidi(che non si sa perchè sono lo spauracchio dell'umanità). Perdita del peso però non significa perdita del grasso e neppure salutare ridimensionamento dell'assetto metabolico e degli esami del sangue così come perdita dei liquidi non significa dimagrimento e salute.

 

Se volete davvero detossificarvi, cominciate con l'equilibrare la vostra alimentazione:

-in primo luogo limitate l'introito calorico soprattutto da zuccheri semplici, ottimizzate il consumo di proteine e grassi buoni, garantitevi una giusta quota di antiossidanti(attraverso il consumo di verdura e di moderate quantità di frutta);

-aiutate i sistemi detossificanti epatici a funzionare bene: limitate l'alcol a un consumo saltuario e moderato, scegliendo bevande che non abbiano una gradazione alcolica elevata, ricordando sempre che il microbiota non ama l'alcol e ne viene danneggiato esattamente come il fegato e che le componenti antiossidanti che leggete essere ngli alcolici, risiedono anche nella materia prima di partenza, senza le problematiche legate all'alcol che resta sempre uno dei tossici più pericolosi per il fegato;

-apportate la giusta quantità di vitamine e sali minerali importanti cofattori dei sistemi detox epatici;

-apportate fibra prebiotica alla vostra alimentazione, perchè il microbiota ne ha bisogno per vivere, riprodursi e colonizzare in modo adeguato tutto il vostro apparato digerente, non solo il colon.

-se proprio volteste assumere dei succhi scegliete qualità che contengano soprattutto verdura, il cui indice e soprattutto carico glicemico sia contenuto e inseritene il consumo saltuario nell'ambito della vostra dieta. La frutta intera, se non si hanno problematiche intestinali particolari è da preferire al succo, perchè apporta le fibre, componente che viene del tutto o quasi esclusa dalla preparazione del succo.

 

In poche parole, la vera detossificazione non è relativa a un periodo della nostra vita e soprattutto non è un fenomeno dell'immediato. E' piuttosto il risultato di una serie di scelte finalizzate al ripristino di un complesso equilibrio metabolico. Non siamo fatti a compartimenti stagni, ricordiamo sempre che i nostri organi e apparati e ogni singola cellula comunica contutte le altre.

 

Credit photo: eccellentedonna

 

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

La dispensa del freddo

June 13, 2015

1/1
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio